LATRANSIZIONE ATTUALE di Virginie Duchaine

LA TRANSIZIONE ATTUALE

Che ne è della transizione planetaria?

Il ritmo crescente degli sconvolgimenti attuali a cui sono sottoposti tutti i campi delle nostre realtà interiori ed esteriori, si accelera ad un punto tale che diventa difficile rimanere in uno stato di armonia interiore. Diversi messaggi contraddittori si susseguono incessantemente. Molti messaggi, con la pretesa di essere portatori di speranza, diffondono informazioni estremamente positive ed anche fantasiose, mentre altri ci descrivono scenari allarmanti. La diffusione di queste diverse informazioni mira solo ad alimentare una grande confusione tra gli esseri umani.

 Siamo tutti coinvolti in questo periodo di transizione planetaria, ed attualmente abbiamo tutti l’opportunità di accogliere una nuova tappa. Siamo chiamati a ridurre in frantumi tutte le idee che contribuiscono a mantenere le nostre disarmonie interiori. Oggi più che mai siamo di fronte alla scelta di abbandonare l’attesa – più o meno inconsapevole – di un giorno migliore dove potremo finalmente essere noi stessi. Siamo invitati a realizzare che noi siamo questa transizione.

 Nell’inconscio collettivo vi è una lotta tra il desiderio di adoperarci per evitare l’intollerabile ed il bisogno di operare pienamente per accogliere la Nuova Terra.

E’ arrivato il momento di abbandonare la nostra ricerca di un senso per esprimere e manifestare la nostra essenza.

 Vi invito, ora più che mai, a centrarvi di nuovo. Che la vostra attenzione sia messa al servizio dell’auto-osservazione delle vostre realtà interiori ed esteriori. Non si tratta di cercare informazioni supplementari che possano calmare le numerose paure ed insicurezze che avete. E non si tratta nemmeno di stimolare un mentale che è già abbastanza sovraccarico. La centratura dà inizio all’incontro autentico con il nostro vero essere. E’ un modo semplice di animare un’energia presente in ognuno di noi, che ci invita a penetrare questo spazio interdimensionale che si trova ben al di là delle nostre credenze o aspettative. Si tratta soprattutto di sentire pienamente e di assumere liberamente gli impegni di tutto il nostro essere nel partecipare al piano cosmico.

 Solo riconoscere e conoscere se stessi tramite la connessione al proprio vero essere permette l’accesso ad una fonte preziosa di informazioni che ci riguardano sia personalmente che collettivamente. Di certo esistono numerosi mezzi o strumenti che favoriscono questa conoscenza di se stessi, ma non dovete mai dimenticare che questa fonte preziosa si trova in noi stessi e nessun altro ne può avere accesso. La vostra coscienza diventi dunque il vostro strumento principale al servizio della vostra presenza.

Con amore. Virginie