Messaggio di Virginie, 2 giugno 2011

L’APERTURA DEL CUORE E LA PRESENZA AUTENTICA
Messaggio del 1 giugno 2011
Cari fratelli e care sorelle,

attualmente viviamo un periodo estremamente importante nella storia dell’umanità terrestre. Da diverse settimane vediamo che si stanno moltiplicando ed intensificando le catastrofi naturali e/o provocate, che portano devastazione, annunciano un movimento di grande cambiamento della coscienza e causano il crollo di tutti i sistemi che mirano solo a soggiogare gli esseri umani. Nonostante una gigantesca campagna di disinformazione, è possibile ottenere informazioni sui molteplici e diversi fenomeni mondiali che colpiscono sia i popoli che lo stesso pianeta. Le manovre politiche ed economiche, la provocazione di tensioni territoriali che mirano allo scoppio di una terza guerra mondiale, i movimenti sociali di rivolta dalla Spagna alla Grecia, al Portogallo, alla Francia ecc., l’aumento dell’attività sismica, le eruzioni vulcaniche e solari, il cedimento delle placche tettoniche e la comparsa di faglie in piú punti della terra, le perturbazioni climatiche (inondazioni, tornadi, siccità), senza dimenticare l’aumento costante del numero di animali morti (uccelli, pesci ecc.), rappresentano solo alcuni sintomi, tra tanti altri, della concretizzazione di questa fase di grandi cambiamenti. Nessun continente ne viene risparmiato né lo sarà. Affrontiamo ora ed affronteremo sempre di piú molte manifestazioni di distruzione; le perdite umane e materiali si moltiplicheranno ad una velocità incredibile. Che lo vogliamo o no, saremo testimoni di moltissime scene di desolazione che potranno provocare in tutti gli esseri umani diverse reazioni, descritte e considerate proprie dell’uomo …

Le informazioni trasmesse oggi, in questo primo giorno del mese di giugno 2011, mirano solo a farvi ricordare che molti interventi esterni sono stati architettati per influenzare e modificare il modo in cui gli esseri umani vivono alcuni eventi. Potete liberarvi da questo condizionamento per ristabilire certi fatti e non essere più vittime di reazioni mentali e/o emotive malsane. Tutti gli esseri umani hanno in sé un potenziale illimitato di adattamento; la centratura rimane la sola opzione sana per vivere il più serenamente possibile tutti gli  sconvolgimenti attuali e futuri.

Non dimenticate che tutte le sensazioni ed emozioni sono umane e che voi avete bisogno di permettervi di provarle, qualunque cosa accada.

Nessun pensiero, nessuna credenza, pur bella che sia, può allontanarvi dal vostro sentire.  Dovete essere molto attenti a tutti i desideri di intervenire per alleviare la sofferenza degli altri. Ricordatevi che il caso non esiste, pertanto tutto ciò che avviene è giusto e favorisce una riconnessione con il senso reale e profondo della presenza di ciascuno di noi su questo pianeta. È essenziale, anzi primordiale, essere consapevoli che quando un’esperienza vissuta da se stessi o da altri ci tocca in modo particolare, significa che ravviva antiche memorie di sofferenza che, a loro volta, aprono un varco ad un desiderio irrealista di riparazione. Insisto su un fatto: l’interventismo non è certo generato da un movimento d’amore, ma soprattutto da una proiezione di una parte di sé che, temendo di soffrire di nuovo, tenta con tutti i mezzi di controllare l’incontrollabile … Di conseguenza, questo equivale a rifiutare l’esperienza della compassione e la trasmissione di un vero amore.

Dobbiamo quindi rimanere centrati, quando siamo testimoni di situazioni di sofferenza. L’abnegazione di sé, come viene veicolata da questi famosi interventi esterni, non è altro che un concetto che mira a distogliere gli esseri umani dal loro potenziale di adattamento. Aprite  i vostri cuori ed accettate di essere profondamente coinvolti da ciò che provate e da quanto vivono e vivranno molti esseri umani, ma ricordate che il vero amore si trasmette solo con una presenza autentica. Ricordatevi di questo e di chi siete realmente: creatori liberi e pieni di vita …

Nei prossimi mesi osserverete e percepirete il propagarsi di un caos in tutte le strutture delle nostre società. Sicuramente vi troverete a dover fare per forza scelte importanti. Lo ripeto: la centratura è la sola opzione sana. Vi incoraggio vivamente a privilegiare tutti i mezzi e gli strumenti che agevolano questo modo di essere. E dunque fermatevi spesso, anche solo per qualche secondo … respirate in modo consapevole e profondamente … ascoltate e soprattutto percepite ciò che dimora in voi … lasciate circolare liberamente ogni sensazione ed emozione … accoglietele tutte senza giudizio alcuno, senza interpretarle né trattenerle …

Sappiate che le vostre paure, manchevolezze e sofferenze derivano soltanto dalle vostre reazioni di chiusura per esperienze passate difficili, durante le quali semplicemente non avete accolto ed accompagnato ciò di cui avevate bisogno. La vulnerabilità sentita a quel tempo fu percepita e compresa come se fosse drammatica, quindi avete fatto ricorso a numerose chiusure, credendo di proteggervi. La mancanza di presenza, di attenzione, di contatto caloroso, di accoglienza e di tenerezza venne vissuta come una privazione dall’esterno. Questa reazione di chiusura non protegge, imprigiona invece il vostro essere e vi condanna a cercare all’esterno, tramite la vostra personalità, l’attenzione ed il riconoscimento da parte delle persone che frequentate. Solo l’apertura può permettervi di liberarvi da queste credenze errate ed illusorie, che causano molti comportamenti di autodistruzione. Fin da ora potete abbandonare definitivamente tutti questi vecchi scenari ripetitivi, insoddisfacenti e cosí dolorosi. In verità, non siete mai stati realmente privati dell’amore, non siete mai stati abbandonati e non siete mai stati soli. Non lo sarete mai. Ma quando scegliete la chiusura e il controllo come mezzi di protezione, ostacolate e impedite persino questi contatti cosí preziosi con tutte le dimensioni del vostro essere. Questo abbandono di sé causa una lotta costante, un profondo sentimento di solitudine ed un’incapacità di percepire il collegamento che ci unisce tutti.

Quando riconoscete ed accogliete finalmente tutte le vostre paure ed emozioni senza giudizio alcuno e senza interpretarle, vi permettete di gustare questa presenza autentica. È questo il vero amore che si manifesta poi in voi ed intorno a voi. Questo ritorno verso se stessi segna senza dubbio l’inizio di un ritorno ad uno stato di unità nella coscienza universale. Di fatto diventate “la migliore mamma del mondo” per voi stessi. E quando vi prendete cura di voi nel modo in cui avreste avuto bisogno che facesse vostra madre … nascerà in voi una grande riconciliazione interiore … amerete di più e in modo più completo ognuna delle vostre parti interiori: è il ricongiungimento della famiglia interiore. E poi vi sarà offerta l’opportunità di diventare “il migliore padre del mondo” e oserete andare incontro a tutte le informazioni riguardanti la realtà esteriore. Vi aprirete quindi all’esplorazione cosciente e fiduciosa delle diverse realtá esteriori. Potrete sviluppare una visione globale e più giusta delle poste in gioco personali, individuali e collettive del nostro pianeta e sentirete poi il bisogno di creare relazioni sane con tutto ciò che vi circonda.

L’esperienza di numerose aperture favorisce moltissimo la scoperta e l’apprendimento del discernimento e della sapienza. Potete raccogliere ed integrare tutte le informazioni disponibili nelle vostre realtà interiori ed esteriori senza usare meccanismi di difesa sterili come il considerare le cose da un punto di vista intellettuale, la razionalizzazione, la negazione o la drammatizzazione. Tutti questi meccanismi sono malsani e tendono solo a creare o alimentare le paure, la diffidenza, l’ambivalenza, la ribellione, l’agitazione, lo smarrimento e persino l’oblio e l’accecamento. L’espansione e l’ampliamento della coscienza umana dipendono dal livello di apertura ad ogni informazione proveniente dalle dimensioni mentali, affettive, fisiche ed energetiche umane. Mi sembra giusto ricordarvi una legge universale molto importante: ciò a cui prestate attenzione è ciò di cui divenite consapevoli. Affermate la vostra sovranità ridivenendo il solo maestro della vostra attenzione. Nessun altro essere può dettarvi ciò su cui dovete posare la vostra attenzione. Riappropriandovi dei vostri diritti e delle vostre libertà, riconquistate il potere di mettere tutta l’attenzione al servizio del processo della vostra trasformazione ed evoluzione. Ciò permette in modo particolare di percepire prima la vostra intuizione e di lasciarvi guidare nel rispetto totale della vostra intenzione d’incarnazione. Non è più il tempo per agitarsi, sperdersi e sicuramente non per ribellarsi. È sufficiente scegliere di non partecipare più a questa grande mascherata elaborata e mantenuta con diversi strattagemmi grossolani e perversi. È sufficiente scegliere di partecipare alla creazione di un mondo nuovo, manifestando questo amore onnipresente ed onnipotente presente in tutte le forme di vita, e diffondere cosí il rispetto di sé e l’espressione del vero Sé.

L’impossibile non è che illusione. La scoperta e l’esplorazione di quanto sta avvenendo sulla Terra in questo periodo … di ció che è …. favoriscono l’apertura, l’espansione e l’ampliamento della vostra coscienza. Quest’ultima riconnessione vi prepara all’incontro con Colui che viene. Siate nella gioia di essere presenti sulla Terra … Non importa quanto abbiate vissuto o rifiutato di vivere nel passato, non avete mai cessato di essere … Prima di tutto, apritevi ogni giorno per percepire tutto ciò con pienezza e concretizzare un “Io mi ricordo” che vi permette d’accettare e di accogliere la vostra scelta consapevole ed amorevole di essere colui o colei che diviene …

Le vostre scelte di vita, i vostri pensieri, ciò che sentite e le vostre azioni saranno ancora più giusti e favoriranno una trasformazione personale essenziale al ricongiungimento della Famiglia nella realtà concreta. Noi tutti siamo i co-creatori della Nuova Terra. L’ora del grande ricongiungimento si avvicina a grandi passi … Noi tutti saremo presenti per creare, accogliere e celebrare nella gioia del cuore l’avvento della Nuova Terra.

Con amore

Virginie Duchaine

 

Traduzione: Angela Marzatico

Perle

“La bellezza di ciò che sperimentate rimane sovente inosservata ai vostri occhi. La vostra difficoltà a liberarvi delle pastoie della matrice illusoria del bene e del male vi colloca in un’eterna giostra, che vi trascina nell’incessante vertigine delle attrazioni e delle repulsioni.

Dovete diventare l’essere verticale, come il funambolo ancorato al suo filo, che mantiene con fermezza nel suo centro il bilanciere del bene e del male. Le due estremità dell’asse orizzontale gli assicurano un centro di gravità radicato profondamente nella terra alla punta del triangolo immaginario, fornendogli così un equilibrio ed una stabilità nel movimento.

Allo stesso modo, il bene ed il male in ciascuno di voi servono da carburante per alimentare l’equilibrio nel movimento dell’evoluzione.

Il male non è che una polarità dell’universo, e soltanto lo sguardo che gli rivolgete vi rende la vita difficile.  (…)

Che il gioco di potere fra il bene ed il male abbia fine! Uno attira sempre l’altro perchè sono innamorati, ed in mezzo ci siete voi, il prete che celebrerà le il loro matrimonio, il riconciliatore che ha perso la sua moralità ed i suoi giudizi di valore.

Ogni azione in pensiero ed in parola, definita come positiva, finirà per attirare la sua calamita di polarità negativa espressa da altri, perchè quest’ultima, essendo prigioniera del vostro subconscio cellulare, non può fare il cammino necessario per abbracciare la parte positiva che voi esprimete. Ciò accade perchè molto sovente voi ignorate la sua esistenza, e talvolta perchè l’intelligenza del cuore e l’umiltà non hanno potuto influenzare la vostra mente.

Questo nuovo sguardo verso le due polarità fornisce l’ancoraggio, quella statura nella pienezza del Cristo, come diceva Paolo. Si tratta di uno stato di “essere” e non di un gesticolare furtivo del voler fare bene. Si tratta di un’installazione sul trono della coscienza risvegliata, dove il vostro corpo fisico si diffonde e si espande fino alla sensazione di essere presente in tutto ciò che vive.”

Joel Ducatillon

 

 

Alimentazione Consapevole

Il Dr. Herbert M. Shelton, autore di molti libri sull’alimentazione e i suoi effetti, ebbe a dire una frase che raggruppa quasi tutto il profilo dell’alimentazione: “Il sangue dovrebbe ricevere dal tubo digerente acqua, amminoacidi, acidi grassi, glicerina, monosaccaridi, minerali e vitamine e non dei veleni. Purtroppo le nostre abitudini alimentari creano invece dei veleni che intossicano il sangue e tutto l’organismo. Perchè? Perchè il cattivo accostamento degli alimenti nello stesso pasto genera fenomeni di fermentazione e putrefazione.” Ci sono diverse versioni su come ci si debba alimentare e di come eravamo una volta, se carnivori o fruttariani, ma ciò che è importante è sapere come funziona il nostro corpo, poi si sceglierà con la propria testa. Indipendentemente dalle filosofie o da idee preconfezionate o meno, frutto anche di ricerche pilotate nel campo della salute, il seguente concetto è un’assioma: tutto ciò che non è frutta fresca e cruda e verdura a foglia verde fresca e cruda, germogli compresi, crea maggiore acidificazione nel nostro corpo.

Da “Io sono immortale” di Arcangelo Miranda

 

“Che il cibo sia la tua medicina e che la tua medicina sia il tuo cibo”

Ippocrate (V sec. a.C.)