LA TRANSIZIONE ATTUALE di Virginie Duchaine

LA TRANSIZIONE ATTUALE

Che ne è della transizione planetaria?

Il ritmo crescente degli sconvolgimenti attuali a cui sono sottoposti tutti i campi delle nostre realtà interiori ed esteriori, si accelera ad un punto tale che diventa difficile rimanere in uno stato di armonia interiore. Diversi messaggi contraddittori si susseguono incessantemente. Molti messaggi, con la pretesa di essere portatori di speranza, diffondono informazioni estremamente positive ed anche fantasiose, mentre altri ci descrivono scenari allarmanti. La diffusione di queste diverse informazioni mira solo ad alimentare una grande confusione tra gli esseri umani.

 Siamo tutti coinvolti in questo periodo di transizione planetaria, ed attualmente abbiamo tutti l’opportunità di accogliere una nuova tappa. Siamo chiamati a ridurre in frantumi tutte le idee che contribuiscono a mantenere le nostre disarmonie interiori. Oggi più che mai siamo di fronte alla scelta di abbandonare l’attesa – più o meno inconsapevole – di un giorno migliore dove potremo finalmente essere noi stessi. Siamo invitati a realizzare che noi siamo questa transizione.

 Nell’inconscio collettivo vi è una lotta tra il desiderio di adoperarci per evitare l’intollerabile ed il bisogno di operare pienamente per accogliere la Nuova Terra.

E’ arrivato il momento di abbandonare la nostra ricerca di un senso per esprimere e manifestare la nostra essenza.

 Vi invito, ora più che mai, a centrarvi di nuovo. Che la vostra attenzione sia messa al servizio dell’auto-osservazione delle vostre realtà interiori ed esteriori. Non si tratta di cercare informazioni supplementari che possano calmare le numerose paure ed insicurezze che avete. E non si tratta nemmeno di stimolare un mentale che è già abbastanza sovraccarico. La centratura dà inizio all’incontro autentico con il nostro vero essere. E’ un modo semplice di animare un’energia presente in ognuno di noi, che ci invita a penetrare questo spazio interdimensionale che si trova ben al di là delle nostre credenze o aspettative. Si tratta soprattutto di sentire pienamente e di assumere liberamente gli impegni di tutto il nostro essere nel partecipare al piano cosmico.

 Solo riconoscere e conoscere se stessi tramite la connessione al proprio vero essere permette l’accesso ad una fonte preziosa di informazioni che ci riguardano sia personalmente che collettivamente. Di certo esistono numerosi mezzi o strumenti che favoriscono questa conoscenza di se stessi, ma non dovete mai dimenticare che questa fonte preziosa si trova in noi stessi e nessun altro ne può avere accesso. La vostra coscienza diventi dunque il vostro strumento principale al servizio della vostra presenza.

Con amore. Virginie

RISVEGLIO

Esiste sulla Terra un Governo Occulto che mira a tenere succubi gli esseri umani dicendo loro cosa pensare, cosa votare, come curarsi dalle malattie, come è fatto l’Universo, in cosa credere e in cosa non credere. Poche famiglie decidono chi deve occupare le posizioni di governo nei vari Stati finanziando le campagne elettorali sostenendo un candidato piuttosto che un’altro grazie alla manipolazione dei mezzi d’informazione ( anch’essi in mano alle medesime famiglie ). Le maggiori istituzioni bancarie del mondo controllano la produzione mondiale del petrolio, auto, elettricità e chimica ( in particolare farmaceutica ). Tutti gli Stati sono indebitati per migliaia di miliardi di dollari con le banche, e le banche internazionali obbediscono alle medesime famiglie. Che vi piaccia o no… questa è la situazione, e non vi sto raccontando tutto, perchè se vi raccontassi tutto mi dareste del pazzo, mi sputereste addosso e mi esiliereste ai margini della galassia.
Coloro che lavorano consapevolmente per il mantenimento e il rafforzamento di questo Governo Occulto manifestano una straordinaria forza di Volontà e possiedono un ‘centro di gravità permanente’ attorno al quale la loro intera vita ruota. Tutti i giorni si ricordano del loro obbiettivo – il potere – e tutti i giorni lavorano indefessamente per mantenerlo. La loro convinzione è granitica e il loro pensiero e totalmente focalizzato su questo proposito, perchè sanno che, se i cittadini dovessero risvegliarsi, il potere di cui sono detentori si sgretolerebbe inesorabilmente. Il loro impegno è ammirevole e io ho maggiore ammirazione per loro che per i restanti miliardi di esseri umani che conducono una vita da zombie.
Cosa fanno miliardi di esseri umani mentre un gruppo di individui organizzati e sicuri di ciò che vogliono sottrae loro un intero pianeta? Cosa facciamo mentre ci scippano il pianeta da sotto il sedere? Ci preoccupiamo perchè il il prezzo della verdura al mercato è aumentato. Ci preoccupiamo perchè c’è da pagare un mutuo di durata geologica e non abbiamo un lavoro sicuro su cui contare. Ci preoccupiamo perchè i nostri figli non hanno voglia di studiare. Ultimamente siamo preoccupati perchè si è formato uno strano nodulo sotto la pelle. Sarà un tumore? Se lo è, ce lo siamo meritato, perchè noi a nostra volta siamo le cellule tumorali del pianeta ed è giusto che viviamo ciò che vive la Terra su cui abitiamo.
Loro sono organizzati, efficienti, uniti. Possiedono conoscenze magico/alchemice approfondite. Noi siamo disorganizzati e disuniti, spesso un gruppo spirituale o una scuola esoterica lottano una contro l’altra. Le nostre conoscenze in campo esoterico sono scarse e spesso anche errate. Perdiamo tempo ed energie nel seguire insegnamenti inutili fondati esclusivamente sull’apprendimento di tecniche, anzichè su un reale risveglio portato nella vita quotidiana. Potremmo divenire gli agopuntori della Terra e invece restiamo le sue cellule tumorali. Dov’è il nostro ‘centro di gravità permanente’? Su cosa siamo focalizzati durante il giorno? Abbiamo uno scopo o viviamo ‘a caso’? Chi non ha uno scopo è destinato a servire chi ce l’ha, questa è una legge esoterica ineludibile!
Non è più tempo dell’eroe solitario. Serve l’appoggio eroico di ogni cittadino. Un manipolo di supereroi non può liberare il pianeta da una cerchia di ‘vampiri’ parassiti senza il sostegno della gente comune. E la gente in questo momento sta collaborando con l’Ombra, non con la Luce. Dedichiamoci dunque al nostro risveglio personale, facciamo in modo che la presenza diventi la nostra preghiera quotidiana. Non c’è preghiera che Dio ami di più della presenza stessa. Il resto sono solo parole.
E nel farlo irradieremo questa presenza intorno a noi, perchè la presenza è contagiosa. Ogni nostra parola e ogni nostro gesto diverranno risveglianti per chi ci circonda. in questo modo si conduce un pianeta fuori dal sonno.
Sta per tornare l’Età dell’Oro, i semi-dei popoleranno di nuovo la Terra…..e questi semi-dei siamo noi…..siete voi.

Salvatore Brizzi

Messaggio di Virginie, 2 giugno 2011

L’APERTURA DEL CUORE E LA PRESENZA AUTENTICA
Messaggio del 1 giugno 2011
Cari fratelli e care sorelle,

attualmente viviamo un periodo estremamente importante nella storia dell’umanità terrestre. Da diverse settimane vediamo che si stanno moltiplicando ed intensificando le catastrofi naturali e/o provocate, che portano devastazione, annunciano un movimento di grande cambiamento della coscienza e causano il crollo di tutti i sistemi che mirano solo a soggiogare gli esseri umani. Nonostante una gigantesca campagna di disinformazione, è possibile ottenere informazioni sui molteplici e diversi fenomeni mondiali che colpiscono sia i popoli che lo stesso pianeta. Le manovre politiche ed economiche, la provocazione di tensioni territoriali che mirano allo scoppio di una terza guerra mondiale, i movimenti sociali di rivolta dalla Spagna alla Grecia, al Portogallo, alla Francia ecc., l’aumento dell’attività sismica, le eruzioni vulcaniche e solari, il cedimento delle placche tettoniche e la comparsa di faglie in piú punti della terra, le perturbazioni climatiche (inondazioni, tornadi, siccità), senza dimenticare l’aumento costante del numero di animali morti (uccelli, pesci ecc.), rappresentano solo alcuni sintomi, tra tanti altri, della concretizzazione di questa fase di grandi cambiamenti. Nessun continente ne viene risparmiato né lo sarà. Affrontiamo ora ed affronteremo sempre di piú molte manifestazioni di distruzione; le perdite umane e materiali si moltiplicheranno ad una velocità incredibile. Che lo vogliamo o no, saremo testimoni di moltissime scene di desolazione che potranno provocare in tutti gli esseri umani diverse reazioni, descritte e considerate proprie dell’uomo …

Le informazioni trasmesse oggi, in questo primo giorno del mese di giugno 2011, mirano solo a farvi ricordare che molti interventi esterni sono stati architettati per influenzare e modificare il modo in cui gli esseri umani vivono alcuni eventi. Potete liberarvi da questo condizionamento per ristabilire certi fatti e non essere più vittime di reazioni mentali e/o emotive malsane. Tutti gli esseri umani hanno in sé un potenziale illimitato di adattamento; la centratura rimane la sola opzione sana per vivere il più serenamente possibile tutti gli  sconvolgimenti attuali e futuri.

Non dimenticate che tutte le sensazioni ed emozioni sono umane e che voi avete bisogno di permettervi di provarle, qualunque cosa accada.

Nessun pensiero, nessuna credenza, pur bella che sia, può allontanarvi dal vostro sentire.  Dovete essere molto attenti a tutti i desideri di intervenire per alleviare la sofferenza degli altri. Ricordatevi che il caso non esiste, pertanto tutto ciò che avviene è giusto e favorisce una riconnessione con il senso reale e profondo della presenza di ciascuno di noi su questo pianeta. È essenziale, anzi primordiale, essere consapevoli che quando un’esperienza vissuta da se stessi o da altri ci tocca in modo particolare, significa che ravviva antiche memorie di sofferenza che, a loro volta, aprono un varco ad un desiderio irrealista di riparazione. Insisto su un fatto: l’interventismo non è certo generato da un movimento d’amore, ma soprattutto da una proiezione di una parte di sé che, temendo di soffrire di nuovo, tenta con tutti i mezzi di controllare l’incontrollabile … Di conseguenza, questo equivale a rifiutare l’esperienza della compassione e la trasmissione di un vero amore.

Dobbiamo quindi rimanere centrati, quando siamo testimoni di situazioni di sofferenza. L’abnegazione di sé, come viene veicolata da questi famosi interventi esterni, non è altro che un concetto che mira a distogliere gli esseri umani dal loro potenziale di adattamento. Aprite  i vostri cuori ed accettate di essere profondamente coinvolti da ciò che provate e da quanto vivono e vivranno molti esseri umani, ma ricordate che il vero amore si trasmette solo con una presenza autentica. Ricordatevi di questo e di chi siete realmente: creatori liberi e pieni di vita …

Nei prossimi mesi osserverete e percepirete il propagarsi di un caos in tutte le strutture delle nostre società. Sicuramente vi troverete a dover fare per forza scelte importanti. Lo ripeto: la centratura è la sola opzione sana. Vi incoraggio vivamente a privilegiare tutti i mezzi e gli strumenti che agevolano questo modo di essere. E dunque fermatevi spesso, anche solo per qualche secondo … respirate in modo consapevole e profondamente … ascoltate e soprattutto percepite ciò che dimora in voi … lasciate circolare liberamente ogni sensazione ed emozione … accoglietele tutte senza giudizio alcuno, senza interpretarle né trattenerle …

Sappiate che le vostre paure, manchevolezze e sofferenze derivano soltanto dalle vostre reazioni di chiusura per esperienze passate difficili, durante le quali semplicemente non avete accolto ed accompagnato ciò di cui avevate bisogno. La vulnerabilità sentita a quel tempo fu percepita e compresa come se fosse drammatica, quindi avete fatto ricorso a numerose chiusure, credendo di proteggervi. La mancanza di presenza, di attenzione, di contatto caloroso, di accoglienza e di tenerezza venne vissuta come una privazione dall’esterno. Questa reazione di chiusura non protegge, imprigiona invece il vostro essere e vi condanna a cercare all’esterno, tramite la vostra personalità, l’attenzione ed il riconoscimento da parte delle persone che frequentate. Solo l’apertura può permettervi di liberarvi da queste credenze errate ed illusorie, che causano molti comportamenti di autodistruzione. Fin da ora potete abbandonare definitivamente tutti questi vecchi scenari ripetitivi, insoddisfacenti e cosí dolorosi. In verità, non siete mai stati realmente privati dell’amore, non siete mai stati abbandonati e non siete mai stati soli. Non lo sarete mai. Ma quando scegliete la chiusura e il controllo come mezzi di protezione, ostacolate e impedite persino questi contatti cosí preziosi con tutte le dimensioni del vostro essere. Questo abbandono di sé causa una lotta costante, un profondo sentimento di solitudine ed un’incapacità di percepire il collegamento che ci unisce tutti.

Quando riconoscete ed accogliete finalmente tutte le vostre paure ed emozioni senza giudizio alcuno e senza interpretarle, vi permettete di gustare questa presenza autentica. È questo il vero amore che si manifesta poi in voi ed intorno a voi. Questo ritorno verso se stessi segna senza dubbio l’inizio di un ritorno ad uno stato di unità nella coscienza universale. Di fatto diventate “la migliore mamma del mondo” per voi stessi. E quando vi prendete cura di voi nel modo in cui avreste avuto bisogno che facesse vostra madre … nascerà in voi una grande riconciliazione interiore … amerete di più e in modo più completo ognuna delle vostre parti interiori: è il ricongiungimento della famiglia interiore. E poi vi sarà offerta l’opportunità di diventare “il migliore padre del mondo” e oserete andare incontro a tutte le informazioni riguardanti la realtà esteriore. Vi aprirete quindi all’esplorazione cosciente e fiduciosa delle diverse realtá esteriori. Potrete sviluppare una visione globale e più giusta delle poste in gioco personali, individuali e collettive del nostro pianeta e sentirete poi il bisogno di creare relazioni sane con tutto ciò che vi circonda.

L’esperienza di numerose aperture favorisce moltissimo la scoperta e l’apprendimento del discernimento e della sapienza. Potete raccogliere ed integrare tutte le informazioni disponibili nelle vostre realtà interiori ed esteriori senza usare meccanismi di difesa sterili come il considerare le cose da un punto di vista intellettuale, la razionalizzazione, la negazione o la drammatizzazione. Tutti questi meccanismi sono malsani e tendono solo a creare o alimentare le paure, la diffidenza, l’ambivalenza, la ribellione, l’agitazione, lo smarrimento e persino l’oblio e l’accecamento. L’espansione e l’ampliamento della coscienza umana dipendono dal livello di apertura ad ogni informazione proveniente dalle dimensioni mentali, affettive, fisiche ed energetiche umane. Mi sembra giusto ricordarvi una legge universale molto importante: ciò a cui prestate attenzione è ciò di cui divenite consapevoli. Affermate la vostra sovranità ridivenendo il solo maestro della vostra attenzione. Nessun altro essere può dettarvi ciò su cui dovete posare la vostra attenzione. Riappropriandovi dei vostri diritti e delle vostre libertà, riconquistate il potere di mettere tutta l’attenzione al servizio del processo della vostra trasformazione ed evoluzione. Ciò permette in modo particolare di percepire prima la vostra intuizione e di lasciarvi guidare nel rispetto totale della vostra intenzione d’incarnazione. Non è più il tempo per agitarsi, sperdersi e sicuramente non per ribellarsi. È sufficiente scegliere di non partecipare più a questa grande mascherata elaborata e mantenuta con diversi strattagemmi grossolani e perversi. È sufficiente scegliere di partecipare alla creazione di un mondo nuovo, manifestando questo amore onnipresente ed onnipotente presente in tutte le forme di vita, e diffondere cosí il rispetto di sé e l’espressione del vero Sé.

L’impossibile non è che illusione. La scoperta e l’esplorazione di quanto sta avvenendo sulla Terra in questo periodo … di ció che è …. favoriscono l’apertura, l’espansione e l’ampliamento della vostra coscienza. Quest’ultima riconnessione vi prepara all’incontro con Colui che viene. Siate nella gioia di essere presenti sulla Terra … Non importa quanto abbiate vissuto o rifiutato di vivere nel passato, non avete mai cessato di essere … Prima di tutto, apritevi ogni giorno per percepire tutto ciò con pienezza e concretizzare un “Io mi ricordo” che vi permette d’accettare e di accogliere la vostra scelta consapevole ed amorevole di essere colui o colei che diviene …

Le vostre scelte di vita, i vostri pensieri, ciò che sentite e le vostre azioni saranno ancora più giusti e favoriranno una trasformazione personale essenziale al ricongiungimento della Famiglia nella realtà concreta. Noi tutti siamo i co-creatori della Nuova Terra. L’ora del grande ricongiungimento si avvicina a grandi passi … Noi tutti saremo presenti per creare, accogliere e celebrare nella gioia del cuore l’avvento della Nuova Terra.

Con amore

Virginie Duchaine

 

Traduzione: Angela Marzatico